Windows 10 nasconde il “GodMode”

Il nuovo sistema operativo Windows 10 è in via di rilascio gratuito, proprio in questi giorni a tutti gli utenti che possiedono una copia ufficiale di Windows 7, o windows 8.

Gli utenti a cui Microsoft fornisce l’aggiornamento vedranno apparire sul desktop un messaggio che li informa dell’opportunità loro offerta. Se si intenderà procedere all’installazione del nuovo sistema operativo, l’utente potrà scaricare un installer, che durante la fase di esecuzione raccoglierà tutte le configurazioni esistenti sul pc, programmi installati e loro personalizzazioni, e procederà con l’installazione dell’aggiornamento, al
termine del quale, il computer si riavvierà ripresentando tutte le impostazioni preesistenti, ma con Windows 10 perfettamente operativo.

Nella storia dei sistemi operativi Microsoft, questo è il primo upgrade autoinstallante che non obbliga l’utente a formattazioni e tediose reinstallazioni di software applicativi.

In internet sono già disponibili diversi manuali e tutorial che guidano gli utenti ad effettuare l’aggiornamento. Non sono richieste infatti competenze da sistemisti, e non sarà necessario ricorrere all’assistenza dei rivenditori, basteranno infatti due semplici clic del mouse alla portata di tutti, per effettuare l’aggiornamento.

Gli utenti più esperti, invece, a seguito dell’installazione, si ritroveranno leggermente in difficoltà per ritrovare quelle funzioni di personalizzazione e configurazione avanzata dei computer, che Microsoft non ha esposto in maniera evidente nel Pannello di Controllo.

Esiste pertanto un semplice trucco per attivare in Windows 10 la modalità esperta, che è già stata battezzata “God Mode”. Per poterla utilizzare sarà sufficiente creare sul desktop una cartella a cui bisognerà dare questo nome:

GodMode.ED7BA470-8E54-465E-825C-99712043E01C.

(punti compresi)

Quando si cliccherà sull’icona che apparirà sul desktop si aprirà la schermata di sistema dove sono raccolte tutte le funzioni di configurazione ed impostazione avanzata della modalità GodMode, che la maggior parte degli amministratori di sistema potrà certamente apprezzare. Vi sono 239 voci di configurazione fra cui agire per personalizzare ed ottimizzare le performance del pc.

Per chi vuole provare in anteprima la nuova versione di Windows, potrà scaricare delle immagini preimpostate per le proprie macchine virtuali, o virtual box, scaricabili liberamente da questo link: http://windows8.myblog.it/2015/08/18/scarica-la-virtual-machine-windows-10-microsoft-edge-vmware-virtualbox-hyperv_2012/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Proudly powered by WordPress
Theme: Esquire by Matthew Buchanan.