Facebook si prepara ad imitare Twitter

Twitter con i suoi brevi messaggi di testo scritti dai suoi milioni di utenti, ha l’indubbio vantaggio di facilitare le ricerche con un potente algoritmo, che basandosi su chiavi di ricerca ed hashtag, riesce in pochissimi istanti a restituire l’elenco di tutti i tweet che nel mondo “chiacchierano” di uno stesso argomento.

Con il meccanismo degli hashtag Twitter riesce ad evidenziare in ogni istante gli argomenti di cui si sta twittando di più in ogni istante. Così da individuare i trend del momento.
In effetti, chi lavora nelle redazioni giornalistiche, sa bene quanto sia importante operare con i social network. E gli strumenti necessari ad individuare rapidamente gli argomenti interessanti sono proprio quelli che aiutano a filtrare e categorizzare le informazioni, estraendole da flusso, in cui vi sono argomenti e commenti personali degli utenti, amenità e notizie che non hanno rilevanza.

Le agenzie di stampa propongono già organizzate e suddivise le notizie del momento.
Twitter se utilizzato insieme ad altri strumenti che ne estendono le caratteristiche, può essere utile per una redazione, quasi quanto un’agenzia di stampa. Infatti non esistono solo software e siti che indicano i trend del momento, il grado di gradimento dei follower, gli orari migliori in cui inserire i tweet perché saranno letti con maggiore probabilità, ma anche potenti strumenti che automatizzano il filtro e la selezione degli argomenti.

Citiamo ad esempio Dataminr (http://www.dataminr.com/press/announcing-dataminr-for-news/) che si propone di filtrare le news degli utenti rendendoli accessibili come lanci d’agenzia estratti e catalogati dal flusso dei social.

O anche RANsquawk (http://ransquawk.com/) un sito utilizzato dagli operatori di borsa e giornalisti economici, per ottenere un aggregato in tempo reale di informazioni finanziarie.

Facebook, pur di attirare sempre nuovi utenti sul suo sito, sta preparando una nuova applicazione, che permetterà alle redazioni giornalistiche di inviare news sul social network, tramite la piattaforma Facebook Business ed agli utenti di selezionare quali giornali seguire, che funzionerà in tempo reale, esattamente come Twitter.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Proudly powered by WordPress
Theme: Esquire by Matthew Buchanan.