Microsoft licenzia 7.800 dipendenti

Le perdite economiche in questo periodo di crisi, non hanno risparmiato neanche la Microsoft, che alla vigilia del rilascio del nuovo sistema operativo Windows 10 ha annunciato i tagli di 7.800 posti di lavoro.

I licenziamenti annunciati sono in aggiunta ai 18.000 già pianificati nel 2014, fra i 118.000 impiegati nel mondo. Ed interesseranno anche il settore hardware e della telefonia mobile, in cui la Microsoft tenta di rilanciarsi con l’uscita del nuovo sistema operativo, ideato per i tablet. Nella strategia dell’azienda di Redmond rientra infatti il lancio di un nuovo tablet che cercherà di entrare in concorrenza con Apple ed Android.

Il dispositivo si chiamerà Surface 3 e si propone di diventare un dispositivo versatile, non solo utile per collegarsi ad internet, ma per lavorare in mobilità ed aumentare la produttività degli utilizzatori.
Verrà commercializzato in due versioni, una orientata agli utenti professionali ed una al mercato consumer.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Proudly powered by WordPress
Theme: Esquire by Matthew Buchanan.