Something ci propone i tweet più interessanti

Twitter è un servizio gratuito di microblogging (una forma di pubblicazione di brevi contenuti di testo), fino a 140 caratteri. Come noto è nato nel 2006 e fornisce ai suoi utilizzatori un profilo con una bacheca che contiene i messaggi (tweet: cinguettii) inviati.

In effetti si tratta di aggiornamenti che possono essere scritti tramite il sito web, inviati via sms, scritti da software di instant messalina, scritti come messaggi e-mail inviati ad un indirizzo noto solo al proprietario del profilo, o tramite applicazioni di terze parti.

Da quando il social network è stato aperto al pubblico, sono state inventate una miriade di applicazioni, che consentono anche di effettuare analisi sull’interesse che i propri seguaci hanno per i propri tweet, o facilitare le ricerche sui contenuti, o sugli hashtag (etichette che divengono parole chiave per rendere rintracciabili i propri tweet.

“Something” è un’applicazione aggiuntiva di twitter, che serve per sapere cosa legge, chi seguiamo su Twitter, e consente di esprimere il proprio gradimento. In effetti è utilizzata per cercare “qualcosa” da leggere.

L’interfaccia dell’applicazione non consente grandi interazioni, se non quella di assolvere al suo scopo, cioè far leggere all’utente i tweet che siano simili ai suoi gusti, che l’applicazione indica via via che si apprezzano quelli già letti. Se si scorre il dito verso destra sul tweet si esprime il proprio apprezzamento, mentre il gesto di scorrere il dito verso sinistra, verrà interpretato da Something, come un minore livello di gradimento del contenuto proposto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Proudly powered by WordPress
Theme: Esquire by Matthew Buchanan.