WhatsApp potrà effettuare anche telefonate

Si è svolta ieri a San Francisco la conferenza F8, durante la quale Mark Zuckerberg ha presentato diverse innovazioni ai tanti partecipartici, tutti sviluppatori. Ad esempio, in collaborazione con David Marcus, presidente della società PayPal ha presentato una nuova implementazione di Messenger, che servirà a supportare l’e-commerce ed i pagamenti direttamente tramite la chat di Facebook, alla quale basterà intercettare il “mi piace” con un clic sul pollice alzato, per confermare un acquisto.

Nel corso della conferenza Zuckerberg ha confermato la completa separazione di Messenger dall’applicazione di Facebook, oltre ad introdurre la sua nuova funzione di poter effettuare telefonate, sfruttando il VoIP, che sarà disponibile per i suoi 600 milioni di utenti.

A Messenger si contrappone WhatsApp con i suoi 700 milioni di utenti, per la quale il cofondatore dell’azienda che la produce, Brian Acton, durante l’F8 sarà rilasciata la possibilità di telefonare utilizzando il VoIP. Inizialmente le chiamate con WhatsApp saranno disponibili solo per sistema operativo Android; a seguire vi saranno rilasci per la piattaforma Windows Phone e poi per iOS per tutti gli utenti Apple.

Inizialmente, in Italia, la possibilità di telefonare, sarà rilasciata solo ad alcuni utenti, e per ampliare il proprio software di Instant Messaging con il VoIP, bisognerà effettuare un aggiornamento dell’applicazione ed attendere che un proprio contatto vi chiami con questa modalità.

La qualità delle telefonate dipenderà solo dalla velocità di connessione alla rete internet, ed il traffico effettuato per trasferire i segnali VoIP saranno sommati alla quantità di traffico dati disponibile con il proprio operatore telefonico. Il consiglio è quindi quello di sfruttare la possibilità di effettuare telefonate VoIP via WhatsApp nel momento in cui si dispone di una connessione WiFi, così da risparmiare effettivamente minuti, o costi del proprio piano tariffario voce.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Proudly powered by WordPress
Theme: Esquire by Matthew Buchanan.