Nel 2020 tre miliardi di utenti connessi ad internet

GSMA è il consorzio che riunisce i principali operatori mondiali. Secondo le loro stime sono attualmente 2,2 miliardi di persone coloro che si collegano alla rete Internet attraverso connessioni mobile. In effetti si tratta soltanto del 30% della popolazione mondiale.

Sempre GSMA ha previsto che nel 2020 sarà il 50% della popolazione mondiale a poter usufruire della connessione ad Internet tramite dispositivi mobili.

Si prevede quindi che il totale di internauti sarà di circa 3,8 miliardi di persone entro la fine del 2020. Una crescita del 20% in meno di sei anni si avrà grazie alla sempre maggiore diffusione di smartphone, tablet e dispositivi personali, che integreranno la connessione ad Internet con tecnologi WiFi o rete telefonica cellulare. Nel 2020 gli studiosi prevedeono che vi saranno circa tre miliardi di persone connesse ad internet.

La penetrazione sui mercati dei dispositivi smartphone e tablet è cresciuta in maniera esponenziale, negli ultimi 6 anni. Nel 2008 le principali aziende produttrici di telefoni cellulari prevedevano che i personal computer del futuro sarebbero stati quelli da “tenere in tasca”. E così è stato.
Gli accordi tra produttori di telefoni e Google, che realizza il sistema operativo Android, ha pian piano ridotto le vendite di aziende quali Motorola, Nokia, Sony Ericsson, che hanno preferito non integrare il sistema operativo di Big G, pur di mantenere una propria connotazione anche dal punto di vista del software.
Ma oggi a detenere le principali quote di mercato sono Apple e Samsung.
La contemporanea crescita della velocità di collegamento ad internet sulle nuove reti cellulari LTE e WiMax, con la sempre maggiore integrazione nei sistemi operativi mobile di applicazioni per l’accesso ai principali social network, hanno attirato un numero sempre crescente di utenti, portandoli ad abbandonare i tradizionali terminali GSM per acquistare cellulari smartphone.

Gli accordi di partnership fra produttori di cellulari, sviluppatori software, proprietari di social network hanno creato un nuovo mercato per il settore advertising che può portare i propri annunci fin nelle mani degli utenti.

Google deve molto al progetto Android, su cui basa la piattaforma di sviluppo open source utilizzata da chiunque voglia creare un’applicazione per smartphone.

La Open Handset Alliance, che riunisce in consorzio un gruppo di produttori, operatori e brand del settore per supportare al meglio Android.
Se il telefonino è destinato a divenire il personal computer del futuro, altrettanto chiaro è che le applicazioni saranno sempre più orientate all’accesso Internet e in particolar modo al social networking.

L’interazione con la Rete non sarà quindi passiva, con il semplice download di contenuti multimediali, posta elet-tronica e navigazione Web, ma dovrà permettere all’utente di inviare online i propri contenuti, siano essi appunti del Blog personale o foto e video appena ripresi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Proudly powered by WordPress
Theme: Esquire by Matthew Buchanan.