Material Design agli UX Awards 2014

Material Design è una delle componenti del nuovo sistema operativo Android L. Stiamo parlando dell’ultima versione del software di Google che fa funzionare milioni di smartphone in tutto il mondo. Android L è infatti uno degli aggiornamenti più attesi perché tra le tante innovazioni presenta proprio il tanto chiacchierato Material Design, uno “strato” del sistema operativo che si occupa della gestione grafica degli oggetti e dell’interfaccia delle applicazioni.

E’ in effetti un “linguaggio grafico” che integra una libreria di funzioni che possono essere utilizzate dai diversi tipi di device mobili. La fludità della veste grafica, la semplicità ed intuitività sono legate ad un aspetto bello e innovativo che riuscirà ad unire la medesima esperienza d’uso su telefoni e tablet di diverse dimensioni e risoluzioni dei display.

Il Material Design si è dimostrato talmente innovativo da essere stato ammesso agli UX Awards. Un concorso nato nel 2011 che premia il miglior software dell’anno in termini di interfacce grafiche.

Già la sola partecipazione conferisce un’enorme onore agli sviluppatori, ma soprattutto significa tanta pubblicità per le software house che vi partecipano. In questo caso Google, chi ha vinto per la prima volta con un software grafico che parte di un sistema operativo.

Material Design È stato premiato per la sua flessibilità multipiattaforma, per la dinamicità dell’interfaccia utente, E per le nuove linee guida aperte agli sviluppatori per la progettazione in nuove funzionalità.

L’utente finale non ci fa caso, ma se solo ci si ferma a pensare al fatto che non esistono differenze tra l’esperienza d’uso del sistema operativo Android su uno schermo minuscolo come quello di uno SmartWatch e quello da 70 pollici di uno SmartTV, ci si accorge quanto Google abbia lavorato sodo per garantire agli utenti la medesima esperienza d’uso delle interfacce.

Entro la prima metà del prossimo anno tutti i dispositivi basati su Android saranno automaticamente aggiornati con la nuova veste grafica basata su Material Design.

Fino ad oggi neanche Apple è riuscita a realizzare un linguaggio grafico che può essere utilizzato con successo su qualsiasi dispositivo: dalle televisioni ai minuscoli orologi, passando per tablet e phablet.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Proudly powered by WordPress
Theme: Esquire by Matthew Buchanan.