Google Now fornisce suggerimenti utili a chi lo utilizza non solo su smartphone

Google Now è il nuovo servizio dell’azienda di Mountain View che riesce a fornire agli utilizzatori suggerimenti utili e personalizzati in base alle proprie abitudini.

Il software è compreso in tutti gli smartphone con sistema operativo Android, ma esiste anche per PC e per dispositivi basati su sistema operativo Apple, anche se l’applicazione su questi ultimi dispositivi presenta funzioni limitate rispetto all’originale.

Google Now sfrutta le informazioni raccolte nel device del proprietario. In particolare utilizza dati di geolocalizzazione, basati sugli spostamenti che quotidianamente il proprietario degli smartphone, su cui il servizio è installato, fa durante la sua giornata.

Google Now acquisisce gli indizi su dove vive il proprietario del device, dove lavora, quali sono i suoi orari di ingresso e uscita dal lavoro.

Ad esempio se si accorge che dalle nove alle cinque il proprietario rimane fermo nello stesso luogo, assocerà questa informazione con il punto GPS coincidente con la sede di un’azienda, informazione che è già registrata e disponibile nell’immenso database presente nei server di Google. Queste informazioni che Google Now ottiene gli occorrono per elaborare con un’ottima approssimazione l’identificazione del posto di lavoro dove l’utente è impegnato. Anche trascorrere le ore della notte sempre nello stesso posto renderà possibile a Google Now di dedurre dove si trova l’abitazione del proprietario.

Di solito bastano appena tre giorni a Google Now per ottenere ed elaborare le informazioni necessarie a fissare i parametri di base, da quel momento inizierà a suggerire i tempi di percorrenza, i percorsi migliori per evitare il traffico durante i propri spostamenti, itinerari alternativi per semplificare la vita quotidiana.

Google Now sarà infatti in grado di suggerire indicazioni anche sui mezzi pubblici da prendere e di rilevare se un utente si trova a bordo di uno di questi, in tal modo riesce a interpolare le informazioni in maniera così precisa tanto da poter suggerire quale sia il momento giusto per scendere alla fermata corretta.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Proudly powered by WordPress
Theme: Esquire by Matthew Buchanan.